Coscienza Virtuale

Benvenuto in questo mondo che abbiamo fatto a pezzi…di vizi, di pazzi di bugie e finti sfarzi. Tutti sanno che sei nato decine di foto sui social con il cordone ombelicale ancora attaccato. Hai già un nome e cognome, una religione, una professione ed una identità prima ancora tu sappia dire mamma e papà. Non esiste più il “cogito ergo sum”,posta due citazioni ed affoga il pensiero nei bicchieri di rum. Essere o non essere recitava l’Amleto è già un tuo problema anche se sei ancora un feto. Fai già parte di questa collettiva coscienza virtuale dove apparire è quello che vale. Siamo peggio dei nostri creatori avendo fallito sono scomparsi e ci hanno lasciato da soli. Crescerai in un mondo fatto di apparenza e inganno sguardo rivolto verso un brillante schermo…Dove tutto è bello, facile e si muove ma non guardare dalla finestra che il pianeta Muore! Da grande non ascolterai queste chitarre rock suonare Saranno troppo antiche e preferirai il suono digitale Saranno i robot a salvare il mondo reale Attingendo dalla collettiva Coscienza Virtuale. (L.L.)

Luigi Litti & Cristiano Martucci

Lascia un commento